La Guida del Salento - Home La Guida del Salento - Territorio






Territorio
Territorio
Storia
Natura
Cultura

Andar per Borghi
Andar per Borghi
Gallipoli
Lecce
Leuca
Maglie
Nardò
Otranto

Itinerari
Itinerari
La Grecia Salentina
i vini del Salento le strade
I frantoi apogei
I luoghi della fede
Dallo Ionio all'Adriatico
Per masserie e colombaie
Mamma li turchi

Soste
Soste
La Grotta Zinzulusa
Il Monastero di Martano
I Dolmen e Menhir
Torre Sabea

Dove e come
Dove e come
Alberghi
Agriturismi
Ristoranti
Artigianato
Buoni sapori
Home « il Territorio « Salento la Storia « » IL SALENTO E L'ARRIVO DEI ROMANI

IL SALENTO E L'ARRIVO DEI ROMANI

Dal 300 al 250 a.C., arrivati i Romani, anche il Salento ebbe un notevole sviluppo: sorgono i primi
municipia (Lupiae, Lecce, divenne poi colonia grazie a Marco Aurelio), nascono gli statuti, cambia Io stile dell’architettura, evolvono le forme d’arte e l’artigianato, vengono costruiti porti, come a San Cataldo e a Roca Vecchia. L’Apulia occupa una posizione di rilievo nella produzione e nell’esportazione di grano e olio verso Africa e Oriente, da dove importa ceramiche e altri manufatti.